Madeira vuole attirare nomadi digitali da tutto il mondo

L'isola di Madeira ha avviato un progetto per attrarre professionisti e imprenditori nella regione per periodi da uno a sei mesi.

Foto di Tim Roosjen su Unsplash
Foto di Tim Roosjen su Unsplash
29 dicembre 2020, Redazione

Per migliaia di lavoratori in tutto il Portogallo e nel mondo, lo smartworking è una nuova realtà che ha avuto inizio con la pandemia di coronavirus, ma i nomadi digitali avevano già abbracciato questa realtà molti anni fa. L'isola di Madeira ha deciso di sfruttare questa nuova tendenza del lavoro a distanza e lanciare l'iniziativa Digital Nomads Madeira, attraverso StartUp Madeira e il governo regionale. Questo nuovo progetto a Madeira mira ad attrarre nomadi digitali da tutto il mondo, e l'obiettivo è di avere professionisti del settore imprenditoriale e imprenditori che lavorino nella regione per periodi da uno a sei mesi.

Secondo un recente comunicato, il comune di Ponta do Sol sarà la base di questo progetto pilota unico nel suo genere, noto come Digital Nomad Village. "Ponta do Sol a Madeira riunisce le condizioni perfette per i nomadi digitali e per i lavoratori a distanza che sono alla ricerca di un clima caldo, sole e di uno stile di vita tranquillo. La sua bellezza naturale, il facile accesso al mare, la natura e l'eccellente connessione Internet rappresentano il biglietto da visita perfetto di questo bellissimo posto, per attirare nomadi digitali da tutto il mondo".

Si prevede che il progetto Digital Nomads Madeira avrà un impatto molto positivo sull'economia locale, aumentando allo stesso tempo i consumi nel commercio locale nonostante l'attuale riduzione dei turisti.

"Ai nomadi digitali è richiesto di lavorare online e viaggiare per il mondo a tempo pieno. Per molti lavoratori questa era una situazione da sogno che ora è diventata realtà, con gli annunci di milioni di aziende che hanno deciso di abbracciare per sempre lo smartworking, tra le quali anche Facebook, Twitter, Outsystems e Talkdesk", dice anche il sito web del progetto. Potendo lavorare da qualsiasi luogo, i nomadi tendono a viaggiare nei posti più belli del mondo. Cercano luoghi accoglienti, con bel tempo, cibo delizioso, attività indimenticabili da poter fare immersi nella natura e, soprattutto, una connessione internet veloce.

L'isola di Madeira ha quindi, secondo il progetto, "le condizioni ideali per attrarre nomadi digitali grazie alla sua bellezza naturale, le attività nella natura, la sua cultura e delle condizioni meteorologiche fantastiche durante tutto l'anno". Questo fa parte di un piano iniziale per far conoscere Madeira come uno dei migliori posti al mondo in cui lavorare da remoto.

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista