Vivere a Lisbona: la capitale portoghese è la 106a città più cara del mondo per gli espatriati

Lisbona non è più una delle 100 città più care del mondo

Mercer
Mercer
22 giugno 2020, Redazione

Nel 2020 il costo della vita a Lisbona è diminuito. La capitale portoghese è scesa di 11 posti nella classifica del "Costo della vita 2020", grazie alla società di consulenza Mercer, ed è ora la 106esima città più costosa al mondo per gli espatriati su un totale di 209 grandi città. Nella top 10 della lista ci sono 6 città asiatiche, con Hong Kong ancora una volta in cima alla classifica. Tunisi, la capitale della Tunisia, occupa invece l'ultima posizione in classifica.

Secondo lo studio, "il prezzo della benzina a Lisbona (1,61 euro al litro di benzina a 95 ottani) è tra i più alti, considerando i prezzi delle altre città incluse nella classifica". D'altra parte, e rispetto alla città più cara della classifica, "considerando il prezzo medio dei prodotti per la pulizia, che comprende prodotti igienizzanti, prodotti per la pulizia della casa o detersivi per lavastoviglie, la città di Lisbona ha un costo medio di 32,90 euro e Hong Kong, la città più cara del mondo per gli espatriati, ha un valore medio di 37,80 euro", conclude lo studio.

Nella classifica di quest'anno, Lisbona è davanti a Luanda (115° posto), la capitale angolana, che nel 2017 era in testa alla classifica e l'anno scorso ha chiuso al 26° posto.

La seconda città più cara per gli espatriati è Aşgabat in Turkmenistan, mentre Tokyo (Giappone) e Zurigo (Svizzera) restano rispettivamente al 3° e 4° posto. Seguono Singapore (Singapore), New York (USA), Shanghai (Cina), Berna (Svizzera), Ginevra (Svizzera) e Pechino (Cina).

Lo studio di Mercer, sviluppato per aiutare le organizzazioni multinazionali e i governi a definire le strategie di compensazione per i loro dipendenti stranieri, utilizza New York come città base per tutti i confronti. 

"Lo studio comprende più di 400 città in tutto il mondo. La classifica di quest'anno comprende 209 città nei 5 continenti e analizza e confronta i costi di più di 200 articoli in ogni località, tra cui alloggi, trasporti, cibo, abbigliamento, beni per la casa e intrattenimento", ha detto Mercer in un comunicato.

Citata nel documento, Tiago Borges, leader di Rewards a Mercer Portugal, ha detto che la pandemia del COVID-19 ha avuto un impatto sullo studio di quest'anno: "Le chiusure delle frontiere, le interruzioni dei voli, il confinamento obbligatorio e altre interruzioni a breve termine hanno influito non solo sul prezzo dei beni e dei servizi, ma anche sulla qualità della vita degli espatriati". Ha continuato ad aggiungere che "i cambiamenti improvvisi dei tassi di cambio sono stati principalmente guidati dall'impatto che il COVID-19 sta avendo sull'economia globale". Questa volatilità può influenzare la mobilità dei dipendenti in molti modi, dalla carenza e l'adeguamento dei prezzi di beni e servizi alle interruzioni della catena di fornitura".

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista