Certificato vaccinale Portogallo: ora disponibile sul portale SNS

Cos'è il certificato vaccinale e come ottenerne questo Green Pass per viaggiare in Portogallo?

© Unione Europea 2021 - Fonte : EP / Alain ROLLAND
© Unione Europea 2021 - Fonte : EP / Alain ROLLAND
23 giugno 2021, Redazione

Il Portogallo ha già iniziato a rilasciare certificati vaccinali digitali, in alcuni casi noti anche come passaporti di vaccinazione. Da giovedì 17 giugno 2021 è possibile richiedere anche i certificati dei risultati dei tamponi PCR e di recupero dalla malattia sul portale SNS24 (servizio sanitario) in Portogallo. Il documento mira a facilitare la circolazione dei cittadini all'interno dell'Unione europea e a limitare ulteriori restrizioni di viaggio, come tamponi all'arrivo o quarantena. I certificati digitali COVID-19 sono gratuiti per i residenti in Portogallo.

Ottieni il certificato vaccinale in Portogallo sul sito web SS24

In un comunicato congiunto, il Ministero della Salute, la Direzione Generale della Salute in Portogallo (DGS) e il Ministero dei Servizi Condivisi spiegano che per ottenere il certificato digitale, il cittadino deve accedere al portale SNS24, seguire le istruzioni e scegliere la tipologia di certificato che desidera.

Dopo la convalida della richiesta, il documento viene reso disponibile sul portale o può essere inviato all'indirizzo di posta elettronica indicato, senza costi associati. Questo certificato viene rilasciato in portoghese e in inglese. Nella nota congiunta, le autorità chiariscono che, "presto sarà possibile ottenere i certificati su altre piattaforme, nonché accedere al certificato per i tamponi rapidi".

Che cos'è un certificato vaccinale?

Mentre il Portogallo sta già rilasciando il suo certificato vaccinale o passaporto vaccinale, non è ancora chiaro quali saranno le regole e le modalità esatte secondo le quali sarà richiesto il documento. Simile a un passaporto nazionale, un certificato vaccinale potrebbe potenzialmente consentire al titolare l'ingresso in luoghi per un concerto, un evento sportivo o un festival, ad esempio, nonché consentire potenzialmente a viaggiatori e turisti di altri paesi di entrare in Portogallo per una vacanza. Questi dettagli non sono però ancora stati confermati.

I certificati digitali possono essere utilizzati in tutti gli Stati membri dell'UE

Secondo la guida del DGS, i certificati vaccinali digitali rilasciati in Portogallo possono essere utilizzati in tutti gli Stati membri dell'UE, e anche in Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera. Il certificato digitale COVID-19 dell'UE, che riporta risultati dei tamponi (negativi), avvenuta vaccinazione o recupero da COVID-19, "sarà aperto anche a iniziative comparabili sviluppate da paesi terzi o organizzazioni internazionali", afferma il DGS.

L'autorità sanitaria ricorda, però, che il certificato "non può esonerare i rispettivi titolari, a seconda dell'aggravarsi della situazione epidemiologica, dall'ottemperare a ulteriori misure di sanità pubblica all'arrivo nello Stato membro di destinazione del viaggio".

Il documento contiene un codice QR con i dati essenziali richiesti e che serve "per verificare in modo sicuro l'autenticità, l'integrità e la validità del certificato", ricorda l'autorità sanitaria ai cittadini, aggiungendo che il certificato riporterà informazioni come "nome, data di nascita, data di rilascio e informazioni pertinenti sulla vaccinazione, sul tampone o sulla guarigione".

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista