Stai pensando di prenotare le vacanze estive? Ripensaci, secondo Bruxelles

Il presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen afferma che è impossibile fare previsioni per i prossimi mesi, mentre António Costa chiede ai residenti di rimanere in Portogallo.

Khachik Simonian / Unsplash
Khachik Simonian / Unsplash
23 aprile 2020, Redazione

Lascia i tuoi progetti per le vacanze estive in "stand by". Questo è ciò che il presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, chiede ai residenti europei, a causa dell'impossibilità di fare previsioni affidabili nel clima attuale sul comportamento della pandemia di coronavirus a medio e lungo termine.
"Consiglio di aspettare prima di fare piani. In questo momento, nessuno può fare previsioni affidabili per luglio e agosto", ha detto al quotidiano tedesco "Bild". In Portogallo, il Primo Ministro António Costa chiede cautela e chiede ai portoghesi, quando arriverà il momento di prenotare le vacanze, di pianificare le vacanze nel paese invece di andare all'estero.

Ormai, molte persone avevano già prenotato le loro ferie, quindi il problema delle cancellazioni e dei rimborsi è all'ordine del giorno. Di fronte a questo contesto senza precedenti, il Commissario europeo per la giustizia e i consumatori, Didier Reynders, è venuto a chiedere agli Stati membri dell'UE, alle agenzie di viaggio e a tutti coloro che sono direttamente coinvolti di trovare soluzioni pragmatiche e flessibili che rispettino i turisti con pacchetti di viaggio annullati a causa del COVID-19.

In un comunicato, pubblicato sul sito web della Commissione europea, i funzionari affermano che "i viaggiatori hanno diritto a un rimborso completo in caso di annullamento del viaggio", spiegando che tale diritto è stabilito nella direttiva UE sui viaggi "tutto compreso" e sui relativi servizi di viaggio. Tuttavia, si sottolinea che "ove possibile, i consumatori dovrebbero considerare di accettare un" buono "che consenta loro di posticipare la propria vacanza a una data successiva, a determinate condizioni", affermando che "tale buono dovrebbe essere rimborsabile se non utilizzato e garantito in caso di possibile insolvenza dell'operatore ".

Allo stesso tempo, chiede agli Stati membri di cooperare per "sostenere la liquidità delle agenzie di viaggio consentendo loro di liquidare le richieste dei viaggiatori conformemente alle norme di sostegno statale".

Costa chiede ai residenti di pianificare le proprie vacanze in Portogallo

È ancora troppo presto per pensare alle vacanze estive, soprattutto perché non è noto come si svilupperà la pandemia a giugno, luglio o agosto. Ma il Primo Ministro António Costa non vuole ancora rischiare di dare consigli concreti ai residenti, e invece ha optato per un messaggio di speranza, sebbene con alcune riserve.

"Non volendo rischiare di essere ottimisti, direi di aspettare ancora qualche settimana, ma non smettere di pensare alle vacanze estive. In effetti, per l'economia portoghese sarebbe un danno enorme se questa fosse un'estate senza turismo. Voglio credere che entro l'estate la situazione sarà abbastanza sotto controllo in modo da poter trascorrere le vacanze e goderne il più possibile", ha dichiarato il Primo Ministro in una recente intervista con il quotidiano portoghese online, Observador, mostrando il suo approccio meno conservatore rispetto all'UE.

Nonostante ciò, chiede anche cautela ai portoghesi. "Per ora, il mio consiglio alla popolazione portoghese sarebbe di pianificare le vacanze qui, in Portogallo, perché siamo sempre più al sicuro qui in questa fase e meno soggetti a incertezza", ha detto nella stessa intervista, assicurando che non sia possibile , per ora, fissare una data per un ritorno alla normalità, né come sarà fatto.

Presidente della Confederazione del turismo "molto preoccupato"

Il presidente della Confederazione portoghese del turismo (CTP), Francisco Calheiros, è molto preoccupato per ciò che potrebbe accadere quest'estate, in particolare in termini di conseguenze per le aziende del settore. "A marzo, abbiamo praticamente avuto un calo del 50% in tutte le attività. Ad aprile e maggio, oltre il 90% delle nostre aziende avrà vendite zero", ha dichiarato Calheiros, citato dall'agenzia di stampa nazionale Lusa.

Tuttavia, c'è un barlume di speranza nell'aria. Il presidente ritiene che se i numeri attuali relativi alla lotta contro la pandemia saranno confermati alla fine di questo mese, "con calma e sicurezza - con la disponibilità di dispositivi di protezione - dovremmo iniziare a riaprire l'attività".

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista