Aiuti per gli affitti per il COVID-19 in Portogallo estesi fino a ottobre 2021

Aiuto all'affitto in Portogallo
Aiuto all'affitto in Portogallo
20 luglio 2021, Redazione

Il 1° luglio 2021 avrebbe dovuto segnare la fine del regime di aiuti all'affitto gestito dall'Istituto per l'edilizia abitativa e la riabilitazione urbana in Portogallo (IHRU), il programma che fornisce aiuti alle persone che affittano immobili in Portogallo e che si sono trovate in difficoltà a causa della crisi del coronavirus. Tuttavia, non è stato così, poiché il 1° luglio 2021 è stato il giorno in cui invece è stata confermata un'ulteriore estensione di questo regime di aiuti. Il Portogallo ha quindi approvato un altro decreto legge che garantisce che gli attuali beneficiari di questo regime di aiuti all'affitto in Portogallo possano accedervi fino al 1° ottobre 2021.

La decisione è stata presa dopo che il governo portoghese "ha verificato la necessità di mantenere un insieme di misure che mirino, nel breve termine, a salvaguardare il diritto alla casa", si legge in una nota diffusa dal parlamento portoghese.

Oltre ad estendere il regime di aiuti per l'affitto per altri 3 mesi, "sono state introdotte anche modifiche a questo regime eccezionale e temporaneo per garantire che i beneficiari, tra il momento della presentazione della richiesta per gli aiuti e la decisione finale da parte dell'IHRU, non siano soggetti agli effetti del ritardo nei pagamenti o dell'inadempimento contrattuale", si legge nel documento. Questo emendamento è particolarmente importante tenendo presente che vi sono ritardi nella risposta da parte dell'IHRU, nonostante le brevi scadenze stabilite dalla legge.

Al fine di tutelare gli inquilini, non solo per quanto riguarda il pagamento dell'affitto in Portogallo, ma anche per altri servizi, "è stato esteso anche il divieto di sospendere la fornitura dei servizi essenziali di acqua, elettricità, gas naturale e comunicazioni elettroniche", rivela la stessa nota.

Si noti che dall'aprile 2020, quando la misura è stata introdotta per la prima volta durante la crisi del coronavirus, fino all'inizio di giugno, l'IHRU ha ricevuto un totale di 3.309 richieste di aiuti per il pagamento dell'affitto, da 2.553 famiglie. Tuttavia, solo 769 famiglie hanno visto finora approvato il loro prestito. Tra i principali fattori citati per giustificare il rifiuto delle domande vi sono le incongruenze nei contratti di affitto, nella prova della perdita di reddito (che deve essere di almeno un 20%) e nella dichiarazione sull'onore, secondo una fonte del Ministero delle Infrastrutture e dell'Abitazione. In totale, l'IHRU ha già concesso 2 milioni di euro di aiuti attraverso questo programma.

Articolo visto su
Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista