Agevolazioni fiscali per i pensionati stranieri in Portogallo - cambiamenti nel 2020

L'obiettivo del Ministero delle Finanze portoghese è di mantenere i benefici per coloro che già li hanno, ma di ridurli per i residenti non abituali

Agevolazioni fiscali per i pensionati in Portogallo / Esther Ann su Unsplash
Agevolazioni fiscali per i pensionati in Portogallo / Esther Ann su Unsplash
25 febbraio 2020, Redazione

Lanciato nel 2009, il regime per i residenti non abituali in Portogallo si rivolge ad a oltre 27.000 beneficiari ed è stato un forte motore di investimenti immobiliari in Portogallo, soprattutto negli ultimi anni. Ma ci sono cambiamenti in vista riguardo alle tasse in Portogallo in questo programma che garantisce benefici fiscali ai pensionati stranieri che decidono di stabilirsi nel paese.
L'idea è di mantenere i benefici per coloro che già li hanno, ma di ridurli per future richieste dei pensionati che vogliono trasferirsi in Portogallo.

Il partito socialista portoghese (PS) si sta preparando ad avanzare una proposta di modifica del bilancio dello Stato (OE) per il 2020 e modificare la legislazione per i residenti non abituali, informazioni riportate nel quotidiano portoghese Negócios, citando fonti governative. L'obiettivo è introdurre un'aliquota fiscale minima per i pensionati che arrivano in Portogallo e terminare con l'esenzione fiscale totale che è stata applicata fino ad ora.

I pensionati stranieri che aderiranno al regime di residenti non abituali (RRNH) in futuro perderanno la doppia esenzione dal pagamento dell'imposta sul reddito (imposto sobre o rendimento das pessoas singulares - IRS) e saranno chiamati a pagare un 10%, con una tassa minima di 7.500 euro all'anno, come scritto sul giornale Expresso.

Attualmente, i pensionati stranieri beneficiano di una doppia esenzione fiscale poiché, attraverso gli accordi per evitare la doppia imposizione, non è richiesta alcuna imposta sul reddito, né in Portogallo, né nei loro paesi di origine.

L'emendamento, secondo Negócios, è stato preparato dal Ministero delle finanze e soddisfa le esigenze della sinistra in generale, che è molto critica nei confronti di questo regime.

La proposta sarà presentata dai parlamentari del Partito socialista (PS) nel corso di un dibattito speciale sul bilancio dello Stato per il 2020 (OE-2020). E, secondo il quotidiano Expresso, tenteranno di ottenere una sorta di quadratura del cerchio: "per affrontare le crescenti critiche sia all'interno che all'esterno del paese che sono state espresse riguardo a questi benefici fiscali e, allo stesso tempo, non allontanare i ricchi stranieri da un regime che ha fruttato molti milioni a consulenti immobiliari e fiscali in Portogallo ".

Secondo le stime fatte dall'Ufficio degli studi dell'Associazione dei professionisti e delle società immobiliari in Portogallo (Gabinete de Estudos da Associação dos Profissionais ed Empresas de Mediação Imobiliária de Portugal - APEMIP), citate nella rivista portoghese, Visão, tra gennaio e giugno 2019 i francesi sono stati gli stranieri che hanno investito maggiormente in immobili in Portogallo, con una rappresentanza del 21% nella quota corrispondente agli investimenti esteri (circa il 16% nel periodo in esame).

Nuove regole per "geni"

Non è la prima volta che il Ministero delle Finanze si occupa di un tale cambiamento, come ci ricorda Negócios. Nel 2017, nell'ambito della preparazione del bilancio statale 2018, il ministro delle finanze, Mário Centeno, ha confermato che si stava valutando una modifica e, nel frattempo, il paese ha già dovuto rinegoziare accordi di doppia imposizione con paesi come la Svezia o la Finlandia e, in tal senso, avanzare con un'aliquota minima è anche un modo per il Portogallo di dare un segnale ad altri paesi che si stanno preparando ad avanzare con requisiti simili.

Il nuovo modello, se confermato, sarà in linea con le regole applicate, nell'ambito dello stesso regime, ai non residenti con attività ad alto valore aggiunto, i cosiddette "cervelli in fuga". Queste menti geniali si stabiliscono nel paese e per un periodo di dieci anni viene garantita loro un'aliquota fiscale del 20% solo sul reddito da lavoro dipendente o reddito professionale e professionale.

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista