Prima del COVID-19 in Portogallo, le banche pagavano oltre 900 milioni di euro in un mese per gli acquisti di case

A gennaio e febbraio, il volume di nuovi mutui in Portogallo è aumentato tanto quanto negli anni della troika.

Diogo Palhais / Unsplash
Diogo Palhais / Unsplash
22 aprile 2020, Redazione

La pandemia globale di coronavirus sta colpendo tutti e tutto in un modo o nell'altro. Le autorità prevedono un anno di recessione economica globale, che contrasta con il tempo precedente allo scoppio di questa crisi sanitaria globale. In Portogallo, ad esempio, nei primi due mesi dell'anno, la banca ha prestato quasi 2 miliardi di euro per gli acquisti di immobili, quasi la stessa degli anni passati come il 2012 o il 2013, quando si dovette ricorrere alla troika.

A febbraio, senza ancora riflettere gli effetti dello scoppio della COVID-19 in Portogallo, il valore dei nuovi mutui generati nel paese è diminuito rispetto a gennaio, ma ben al di sopra di altri periodi di crisi. Le nuove operazioni ipotecarie hanno raggiunto i 919 milioni di euro nel secondo mese dell'anno, secondo i dati della Banca del Portogallo (Banco de Portugal), rivelati martedì 14 aprile 2020. A gennaio, erano stati concessi prestiti dal valore di 977 milioni di euro per l'acquisto di case.

Tenendo conto dei primi due mesi dell'anno, i nuovi mutui a tale scopo ammontano a oltre 1,8 miliardi di euro, corrispondenti all'anno di avvio più rapido dal 2008. Tuttavia, adesso è necessario conoscere i dati di marzo, il mese in cui è stato decretato lo stato di emergenza in Portogallo e sono state attuate le attuali misure di confinamento.

Credito al consumo e attività in crescita

In totale, le banche hanno finanziato 1.636 miliardi di euro a favore delle famiglie a febbraio, leggermente inferiore a 1.652 miliardi prestati a gennaio. E, a differenza del credito immobiliare, che ha rallentato rispetto a gennaio, sono aumentate le nuove operazioni di credito al consumo, come mostrano gli indicatori più recenti pubblicati dalla Banca del Portogallo. Nel mese di febbraio, sono stati prestati 469 milioni di euro a privati ​​in quest'area, rispetto ai 460 milioni di euro del primo mese dell'anno. I prestiti per altri scopi sono aumentati da 215 a 248 milioni di euro.

I prestiti alle imprese sono cresciuti a febbraio. Secondo i dati di BPStat, le nuove operazioni di credito dirette a società non finanziarie hanno raggiunto 2,743 miliardi di euro, un dato che si confronta con i 2,571 miliardi di euro a gennaio e i 2,258 miliardi prestati nello stesso periodo.

Le operazioni di finanziamento superiori a 1 milione di euro hanno superato 1,287 miliardi di euro, rispetto agli 1,047 miliardi concessi all'inizio dell'anno. I nuovi finanziamenti per le aziende più piccole, meno di un milione di euro, si sono attestati praticamente allo stesso livello di un mese prima: 1,445 miliardi di euro, rispetto a 1,497 miliardi di gennaio.

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista