Animali domestici in Portogallo: possono ostacolare la ricerca di una casa in affitto?

Gtres
Gtres
26 settembre 2019, Redazione

La ricerca di una casa in affitto può essere una missione complicata, a causa della mancanza di offerta o di prezzi elevati. Gli animali domestici possono essere un altro ostacolo in questo processo? In questo articolo, preparato da Deco (Associação Portuguesa para a Defesa do Consumidor), spieghiamo cosa possono o non possono fare i proprietari e gli inquilini quando si tratta di "amici a quattro zampe", se decidi di trasferirti con il tuo animale domestico in Portogallo.

Ho due cani. Il proprietario si può rifiutare di affittarmi l'appartamento?

Il codice civile portoghese stabilisce la non discriminazione nell'accesso al possesso: "Nessuno può essere discriminato nell'accesso al possesso basato su sesso, origini o origine etnica, lingua, territorio di origine, nazionalità, religione, convinzioni, convinzioni politiche o ideologico, genere, orientamento sessuale, età o disabilità ". Tuttavia, la legge non dice nulla sugli animali domestici.

Già nel 2017 era stato discusso un disegno di legge per garantire la parità di accesso ai contratti di locazione degli inquilini con gli animali domestici, ma venne stato respinto.

Pertanto, e poiché questa situazione non è coperta dalla suddetta disposizione legale, il proprietario dell'appartamento che desideri affittare può rifiutare di affittare l'appartamento.

La legislazione relativa agli animali domestici negli appartamenti è rimasta in vigore e non è stata modificata. In altre parole, non ci sono stati cambiamenti nel numero massimo di animali domestici per famiglia. In casa puoi ospitare fino a tre cani o quattro gatti adulti, senza superare in totale i quattro animali.

Tuttavia, possono esserci eccezioni se, su richiesta del proprietario e previo parere vincolante del veterinario comunale e del rappresentante sanitario, è consentito ospitare fino a sei animali adulti. Né cambiano gli standard che salvaguardano gli standard di base di igiene, tranquillità e regole di buon vicinato.

Va anche tenuto presente che, se la comunità dei vicini ha precedentemente imposto un tale divieto, significa che hanno poteri sulle aree comuni dell'edificio, ma non sulle case, poiché ciò interferirebbe con il diritto di proprietà dei singoli.

Articolo visto su
Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista