Investire nel mercato degli affitti: le migliori aree di Lisbona e Porto

Secondo JLL, i rendimenti degli affitti residenziali a Lisbona sono quasi sempre superiori al 3% e a Porto al 4%.

João Rafael Chaves de Araújo Silva / Unsplash
João Rafael Chaves de Araújo Silva / Unsplash
9 giugno 2020, Redazione

In quali zone di Lisbona e di Porto è più interessante e/o redditizio per i proprietari mettere in affitto le loro case? Un recente studio, "Investir no Mercado de Arrendamento" (Investire nel mercato degli affitti), condotto dal consulente immobiliare JLL, cerca di rispondere a queste e ad altre domande. "L'abitazione come investimento è una tendenza che guadagnerà forza nei prossimi anni, perché il settore immobiliare non è solo un bene di crescente attrattiva a causa del buon rapporto rendimento/rischio che ha rispetto ad altre applicazioni finanziarie o investimenti nel titolo mercato, ma il segmento residenziale, in particolare, si è dimostrato molto resistente, anche in tempi di crisi ", afferma Patrícia Barão, responsabile residenziale presso JLL, in una nota.

Secondo Barão, lo studio in questione "è particolarmente rilevante in questo momento" quando il paese si sta preparando "ad iniziare ad assorbire l'impatto del COVID-19. Abbiamo concluso che i rendimenti degli affitti residenziali a Lisbona sono quasi sempre superiori al 3% e in Porto 4%, in un mercato in cui l'offerta è scarsa e tende ad essere assorbita rapidamente. " Ha continuato ad aggiungere che "c'è spazio, e persino la necessità, per migliorare sia in termini di qualità che di quantità. Ciò a fronte di una domanda molto attiva e diversificata nelle sue motivazioni e capacità finanziarie. In generale, è un mercato con un enorme potenziale di crescita e generazione di reddito ".

Il potenziale di Lisbona a colpo d'occhio

Secondo lo studio, nella capitale, le case vengono affittate in media in meno di 3 mesi e hanno rendimenti superiori al 3% nella stragrande maggioranza del territorio. La zona centrale della città, che comprende le parrocchie di Estrela, Campo de Ourique, Campolide, Avenidas Novas, Alvalade, Areeiro e Arroios, è la più attraente per i proprietari che mettono le loro case sul mercato degli affitti.

"L'area si distingue per la sua relazione favorevole tra la popolazione esistente (30% della popolazione della città), il suo reddito mensile (a 3.450 euro per famiglia) e il potenziale rendimento generato dalle attività in queste aree, superiore al 3% (3,17% ) ", spiega JLL.

I valori dell'offerta di affitto esistente vanno da 13 euro al metro quadrato (m2) nell'area settentrionale a 18,5 euro al m2 nel centro città in media.

"Dall'attuale offerta di affitto, la qualità media delle case è piuttosto bassa e, ad eccezione del Parque das Nações, poiché è una zona di costruzione recente, il resto della città presenta un'offerta di proprietà, nella maggior parte dei casi, senza ascensore, senza parcheggio privato, senza aria condizionata e con una classificazione energetica quasi sempre media. Inoltre, Parque das Nações è in effetti l'area della città con il maggior numero di immobili in affitto, situata al 25% dell'offerta residenziale esistente ", conclude lo studio.

Opportunità a Porto 

A Porto, gli immobili vengono anche affittati in meno di 3 mesi e la redditività media è superiore a quella di Lisbona, situata al di sopra del 4% nella maggior parte del territorio. Le aree alla periferia della città come Marginal, sull'asse del fiume e del mare, così come Lordelo do Ouro e Massarelos, Foz, Nevogilde e persino Matosinhos, sono le più interessanti per gli investimenti locativi.

I valori dell'offerta di affitto esistente variano tra 9 euro al m2 a Paranhos e 12,5 euro al m2 nell'area storica della città di Foz.

"Rispetto a Lisbona, esiste un divario ancora maggiore nell'offerta, che rappresenta solo l'8% dell'offerta residenziale totale esistente in città. La stessa conclusione si può trarre per quanto riguarda la qualità media delle case in offerta, e in questo contesto Matosinhos e Leça si distinguono perché la maggior parte della loro offerta comprende questi criteri di base dell'esistenza di ascensore, parcheggio privato, sistemi di condizionamento dell'aria e una predominanza della classificazione energetica al di sopra della B. Le aree di Marginal, nonostante presentino entrambi gli affitti più elevati e un maggiore potenziale di reddito assoluto (perché hanno una maggiore concentrazione della popolazione, con un reddito più elevato) sono curiosamente i luoghi in cui l'offerta presenta caratteristiche medie più deboli", si legge nel comunicato rilasciato da JLL.

Le proprietà T2 sono al centro dell'attenzione

Dal lato della domanda, le proprietà T2 (2 camere da letto) sono le più ricercate dagli inquilini più giovani, quelli della categoria Millennial e Generation Z (46% degli intervistati), seguite dalle proprietà T1 (1 camera) (28% ). Va notato che oltre il 70% di questi giovani è in grado di pagare solo fino a 600 euro di affitto al mese e, di questi, circa la metà ha solo un reddito fino a 450 euro al mese.

Ci sono anche quelli che optano per il mercato degli affitti non per ragioni economiche, ma per ragioni fiscali, professionali o anche di personalità, mostrando meno interesse per impegni a lungo termine.

Questo è un pubblico più anziano e più internazionale, che cerca principalmente proprietà T2 (2 camere da letto) al 38% e proprietà T3 (3 camere da letto) al 27%, presentando una capacità finanziaria molto più elevata. Circa il 90% di questa categoria è anche disposto a prendere in considerazione affitti per oltre 1.000 euro, sebbene circa la metà di essi non intenda andare oltre i 2.000 euro. Vi è, tuttavia, il 15% degli intervistati che ammette di pagare un affitto superiore a 3.000 euro al mese.

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista