Divorziare in Portogallo: quali sono le opzioni se possedete una casa insieme?

La casa familiare può essere ceduta o assegnata a entrambi i coniugi in caso di divorzio in Portogallo.

Gtres
Gtres
12 agosto 2020, Redazione

Cosa succede alla casa di famiglia quando una relazione finisce?

A causa della pandemia COVID-19, il Portogallo ha visto un aumento delle separazioni coniugali che si concludono con un divorzio. Anche in questo paese, ovviamente, quando una coppia divorzia ci sono diversi problemi che entrambe le parti devono affrontare, uno su tutti: cosa fare con la casa? Con l'aiuto di DECO, l'Associazione portoghese per la protezione dei consumatori, diamo un'occhiata a un particolare caso di divorzio e ad alcuni suggerimenti per aiutarti a gestire il problema della proprietà durante un divorzio nel miglior modo possibile.

Mio marito ed io stiamo divorziando. Abbiamo un appartamento in comune e non sappiamo cosa fare. Quali sono le opzioni? Questa situazione non è mai semplice, ma le regole in Portogallo sono molto chiare e rigide sulla questione della casa familiare, in caso di divorzio. La casa familiare è considerata il centro dell'organizzazione domestica e sociale della comunità familiare e per questo può essere ceduta o assegnata ad entrambi i coniugi. Diamo un'occhiata a tutte le opzioni:

Cosa succede se l'appartamento è in affitto?

Il futuro della casa viene deciso di comune accordo dalla coppia. Possono optare per il trasloco o per lasciare l'affitto a favore di uno dei coniugi, previo consenso dell'affittuario.

Cosa succede se la casa è di proprietà di uno o di entrambi i coniugi?

L'assegnazione della casa familiare e la proprietà di questo immobile sono situazioni diverse. La casa di famiglia può essere assegnata a uno dei membri della coppia, anche se è di proprietà dell'altro. Il tribunale deciderà in base alle esigenze di ciascuno e agli interessi dei figli, se presenti.

Se la tua situazione è simile a questa, cioè la casa appartiene all'altro coniuge, allora va notato che la casa viene sempre assegnata dietro pagamento; l'importo, il tempo e altri dettagli del contratto sono definiti dal tribunale.

E se c'è un mutuo?

Questa domanda è la più comune tra le coppie che attualmente stanno divorziando. Prima di tutto, alle banche in Portogallo è vietato aumentare gli oneri di credito. E questo vale non solo per il divorzio, ma anche per la separazione giudiziale di persone e beni, per lo scioglimento di società o fino alla morte di uno dei coniugi. Aggravare significa, in particolare, aumentare lo spread nella rinegoziazione del contratto di credito abitativo.

In questo caso, chi riceve il prestito deve dimostrare che la famiglia ha un reddito per un tasso di sforzo inferiore al 55%, o al 60% se ha due o più persone a carico (figli, ad esempio).

E se decidessimo di vendere la casa (acquistata insieme) a una terza parte?

Le coppie divorziate possono prendere questa decisione e uno dei coniugi può anche decidere di acquistare la propria quota dall'altro. In questa situazione, il membro della coppia venditrice dovrà pagare le tasse per le plusvalenze ottenute. I guadagni derivanti da questa vendita non possono essere tassati se il valore viene reinvestito in un'altra casa permanente di sua proprietà. In caso contrario, la metà del guadagno derivante dalla vendita sarà inclusa nell'IRS.

L'intera situazione di separazione è complessa e difficile. Se l'ex coppia non è in grado di risolvere le proprie controversie, può sempre richiedere supporto al Sistema di mediazione familiare. La corretta informazione è ancora una volta la chiave per evitare ulteriori problemi e conflitti.

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista