In quali città dell'Europa meridionale serve uno sforzo maggiore per pagare l'affitto?

Setúbal è al secondo posto in classifica, superato solo da Milano. Anche Faro ed Évora entrano nella top 10

Freepik
Freepik
7 maggio 2021, Redazione

Milano è la città del Sud Europa dove il tasso di sforzo delle famiglie per pagare l'affitto di una casa è il più alto: corrisponde infatti al 42,6% delle entrate nette di tutto il nucleo familiare. Una cifra superiore a quella registrata, a Madrid (36,3%) e Lisbona (35,8%). Una città portoghese, Setúbal, è al secondo posto in questa classifica (40,6%). I dati provengono da uno studio di idealista, che ha incrociato i prezzi degli affitti a marzo 2021 nelle metropoli di Italia, Spagna e Portogallo, con il reddito familiare netto stimato per lo stesso periodo di tempo.

Da segnalare inoltre che nella top 10, oltre a cinque città italiane e due spagnole, ci sono le città portoghesi di Faro (38,8%) ed Évora (37,8%).

Gli esperti raccomandano che l'ideale sarebbe non superare un terzo del proprio reddito per il pagamento degli affitti  Tuttavia, in otto città portoghesi questo limite viene superato. Lo stesso accade, ad esempio, in Spagna.

Nel caso specifico del Portogallo, Setúbal è il luogo in cui le famiglie devono fare uno sforzo finanziario maggiore per poter affittare una casa, dovendo destinare il 41% del loro reddito al pagamento dell'affitto. Lisbona e Porto hanno un tasso di sforzo inferiore, rispettivamente del 35,8% e del 30,8%.

Rispetto alle altre città del Sud Europa, Milano è di gran lunga la metropoli più cara per gli inquilini (42,6%). La top five è completata, in quest'ordine, da Setúbal (40,6%), Vicenza (39,6%), Lanusei (39,1%), Santa Cruz de Tenerife e dalla città dell'Algarve di Faro (entrambe con un tasso di sforzo del 38,8%).

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista