Formula dell’affitto con riscatto: quando e perché conviene

rent-to-own.jpg
Cos'è l'affitto con riscatto
28 marzo 2018, Redazione

Comprare o affittare... questo è il dilemma (oltre che un dubbio molto comune). Da un lato, l'acquisto di una casa richiede un grande sforzo finanziario, dall’altro lato, passare l'intera vita pagando un affitto in una proprietà che non sarà mai la tua non sembra essere l'opzione migliore. Come prendere la decisione più giusta?

In questo articolo, preparato per idealista/news dalla piattaforma ComparaJá.pt, analizziamo un'altra soluzione: l'affitto con riscatto. Scopri tutto ciò che c’è da sapere su questa formula.

Che cosa si intende con affitto con riscatto?

Spiegato in modo semplice: nell’affitto con riscatto il proprietario affitta un immobile, per un determinato periodo di tempo, a colui che ha intenzione di comprare quella stessa casa. Passati i termini dall’accordo, si potrà procedere all’effettiva compravendita del bene, con il passaggio del diritto di proprietà.

Che vantaggi ha?

Crea una grande flessibilità, dal momento che puoi vivere in quella stessa casa prima di acquistarla, questa modalità ti permette di avere più tempo a disposizione per risparmiare denaro. Per coloro che non hanno la liquidità necessaria per acquistare un immobile, ma desiderano farlo, questa è un'ottima alternativa da considerare.

Un altro vantaggio è quello di evidenziare il fatto che gli inquilini non devono necessariamente comprare la casa al termine del contratto. L'unico impegno è da parte del venditore, che deve vendere l'abitazione all'inquilino entro il termine prescritto, sempre se questo si dimostra interessato.

Se dopo alcuni anni di  affitto ti accorgi che questo non è un buon affare, non devi acquistare per forza. Allo stesso modo puoi decidere di comprare e procedere prima della fine del termine.

Ci sono anche vantaggi per il proprietario: può aumentare la probabilità di vendita della casa e, anche se non la vende, avrà ricevuto un importo di affitto superiore.

Tutte le procedure (ad esempio, termini o importi) sono stabilite liberamente tra inquilini e proprietario, firmando un accordo che indica l'opzione di acquisto. Normalmente, il termine dell'affitto è determinato tra due e cinque anni, in quanto la compravendita può essere effettuata prima della fine del periodo.

Infine, dobbiamo evidenziare un grande vantaggio: il valore degli affitti pagati viene scontato dal valore totale della vendita. In questo modo, gli inquilini non pagano per una casa che non sarà mai la loro e non perderanno denaro in una casa di “passaggio”.

E quali sono gli svantaggi?

Ovviamente questo processo ha degli svantaggi. Si tratta di una modalità che ha una scarsa domanda sul mercato poiché negli ultimi anni il mercato degli affitti è cresciuto e la vendita è passata in secondo piano.

Per il venditore c'è il rischio di voler vendere la casa e alla fine l'inquilino decida di non comprarlo.

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista