I prezzi delle case "spingono" le famiglie a vivere in periferia

outskirts.jpg
Le famiglie si allontanano dalle città visto l'aumento dei prezzi delle case
23 marzo 2018, Redazione

Le limitazioni dell'offerta immobiliare e l'aumento dei prezzi nei centri delle principali città portoghesi stanno “spingendo” molte famiglie verso una vita nella periferia. Una tendenza che, secondo Century 21, continuerà per molto tempo. L'agenzia prevede che i prezzi aumenteranno in modo significativo nelle vicinanze di città come Lisbona e Porto.

Secondo Century 21, “non si ha un numero di nuove costruzioni proporzionate alla domanda e al potere d'acquisto dei portoghesi”. “C'è un chiaro impegno nelle case per target medio-alto nelle grandi città, che risponde alle esigenze di una piccola parte di clienti nazionali e internazionali", ha detto l'agenzia in una nota. Uno scenario che porta le famiglie a vivere nelle periferie delle città e che stimola l'aumento dei prezzi.

“Sono le giovani famiglie, che stanno cercando la loro prima casa, ad avere le difficoltà maggiori al momento di trovare soluzioni abitative adeguate alle loro esigenze, aspirazioni e potere d'acquisto" dice Ricardo Sousa, CEO di Century 21 Portogallo. Secondo lui, è necessario creare soluzioni adeguate al potere d'acquisto delle famiglie della classe media e medio-bassa.

La “rinascita” e le nuove costruzioni saranno di tendenza

Case riadattate e nuove costruzioni saranno di tendenza anche nel 2018. Secondo i risultati di Century 21, “è prevedibile che, entrambe le categorie, registrino un significativo aumento del numero di transazioni, dovuto alla carenza di proprietà con valori adeguati alla domanda attuale, nel target medio e medio-basso”. Una dinamica in grado di ridurre la pressione sui prezzi, principalmente nelle case già esistenti, che iniziano a competere direttamente con le nuove proprietà. “Per i proprietari di case usate, sarà ancora più difficile vendere le proprie abitazioni a prezzi paragonabili alle case riadattate o nuove”, conclude l'agenzia.

Chi compra in Portogallo?

La rete nazionale Century 21 ha registrato, nell'ultimo anno, 10.988 transazioni immobiliari e un valore medio di vendita di 129.000 euro. Il fatturato della rete immobiliare ha superato i 35 milioni di euro, con un incremento del 35% rispetto ai 26 milioni di euro registrati nel 2016.

Nel 2017, rivela l'agenzia, circa il 55% dei portoghesi che hanno comprato casa avevano tra i 40 e i 50 anni e la maggior parte cercava appartamenti con 2 o 3 camere da letto. Un quarto di queste, quasi 11.000 transazioni sono costate meno di 100.000 euro, mentre il 42% è rimasto tra 100.000 e 200.000 euro. Solo il 26,3% degli acquirenti ha optato per un budget tra 200.000 e 500.000 euro e solo il 5,3% delle transazioni immobiliari ha superato i 500.000 euro.

Anche gli stranieri hanno un ruolo importante. Le transazioni internazionali rappresentano circa il 19% delle transazioni totali della rete Century 21 e sono aumentate del 9% rispetto alle transazioni effettuate nell'anno precedente. Francesi, brasiliani, cinesi, belgi e inglesi sono quelli che comprano di più.

Caduta degli affitti

Il numero di contratti di locazione ha registrato un forte calo, circa il 18% con 2.870 transazioni rispetto alle 3500 del 2016, “accentuando la tendenza decrescente del canone di affitto che si è verificato anche negli anni precedenti”, dice Century 21.

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista