È un buon momento per comprare una casa in Portogallo? 3 fattori da considerare prima di decidere

L'associazione portoghese dei diritti dei consumatori DECO ci mette in guardia sulle insidie nel mercato immobiliare / Gtres
L'associazione portoghese dei diritti dei consumatori DECO ci mette in guardia sulle insidie nel mercato immobiliare / Gtres
31 maggio 2018, Redazione

Comprare o non comprare casa. C'è sempre qualcuno che vive questo dilemma. Devo comprare? Devo aspettare? La decisione non è mai facile. Adesso le banche sembrano più disponibili ad erogare mutui per la casa: questo potrebbe essere davvero un buon momento per acquistare. È davvero così?

L'Associação de Defesa dos Direitos do Consumidor (DECO) ha analizzato tre fattori che influenzano il mercato e che possono aiutarci a decidere.

Gli ultimi dati, vale la pena ricordarlo, dimostrano che acquistare un immobile in Portogallo è diventato sempre più costoso. In un anno, dal quarto trimestre del 2016 al quarto trimestre del 2017, i prezzi medi degli immobili venduti sono aumentati del 7,6%, passando da 866 euro al metro quadrato (m2) a 932 euro al m2, secondo i dati diffusi dall'Istituto Nazionale di Statistica (INE). A Lisbona, ad esempio, l'acquisto di una casa costa 2.438 euro al m2, ma i prezzi hanno già superato i 3.820 euro al m2.

I quartieri di Santo António e della Misericordia sono i più cari. In queste due aree del capitale, gli immobili sono stati venduti nel quarto trimestre dello scorso anno al prezzo di 3.827 euro al m2 e 3.520 euro al m2. Si tratta di un aumento rispettivamente del 54,3% e del 30,2%.

Tuttavia, secondo DECO, la discesa del tipo tassi d'interesse sui prestiti per l'acquisto di abitazioni, i bassi tassi d'interesse sui depositi a termine e su altri prodotti a capitale garantito e l'aumento degli investimenti esteri (grazie al Golden Visa e al regime fiscale per residenti non regolari) continuano a stimolare la domanda di acquisto di abitazioni.

Vale la pena comprare o è meglio aspettare? Attenzione ai tre fattori presentati di seguito.

  1. L'offerta immobiliare è diminuita

Secondo l'INE, il numero di edifici con licenza e appartamenti conclusi è inferiore alla metà del volume del 2008. Ciò significa che, se da un lato è aumentata la domanda di immobili, dall'altro è diminuita l'offerta. Uno scenario che, secondo Deco, sta influenzando gli aumenti dei prezzi.

  1. Valore delle proprietà superiore alla valutazione

DECO ha analizzato 18 comuni dell'area metropolitana di Lisbona (AML) e ha concluso che il prezzo medio delle case pubblicizzate su siti web specializzati è superiore al valore medio della valutazione bancaria: 35% per T2 e 30% per T3.

“Ciò può significare che il settore bancario sta finanziando immobili che vengono venduti a un prezzo più elevato rispetto alla valutazione della banca”, sostiene l'associazione. In poche parole, dovrai pagare di più per la tua proprietà.

  1. La ricerca estera può rallentare

“Qualsiasi calo della domanda esterna è un altro fattore che può contribuire a creare una bolla immobiliare”, afferma DECO, ricordando che l'aumento dei prezzi degli immobili, soprattutto a Lisbona e Porto, è stato in parte determinato dalla presenza di stranieri che hanno comprato case senza bisogno di richiedere mutui o prestiti dalle banche.

Non ci sono indicatori che confermino una riduzione della domanda di immobili da parte degli stranieri, “ma tutto può cambiare se gli stranieri trovano una nuova destinazione”, aggiunge.

DECO conclude che questo potrebbe non essere il momento migliore per acquistare una casa, visto che “il mercato è costoso” e che “è necessario essere selettivi rispetto alle opportunità che ci si presentano”. L'associazione raccomanda anche di - se decidi di andare avanti - non pagare “un prezzo ben al di sopra del valore risultante dalla valutazione”.

Articolo visto su
Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista