Ottenere un mutuo in Portogallo come straniero

Come ottenere un mutuo in Portogallo senza essere portoghese, per residenti e non residenti.

Mutui in Portogallo
Mutui in Portogallo / Foto di Tierra Mallorca su Unsplash
14 aprile 2021, Redazione

Anche se il Portogallo è ancora alle prese con la crisi della pandemia di coronavirus, le banche continuano a essere disposte a finanziare l'acquisto di case e, grazie ai tassi di interesse bassi, questo potrebbe essere il momento perfetto per acquistare una casa e accendere un mutuo in Portogallo. Per fare ciò, è importante capire passo dopo passo come funziona la procedura di richiesta di un mutuo in Portogallo, soprattutto se non sei portoghese o stai acquistando una casa in Portogallo per la prima volta. Che tu sia residente in Portogallo o meno, diamo un'occhiata al processo per ottenere un mutuo in Portogallo come straniero.

Data la complessità del processo di richiesta di un mutuo in qualsiasi paese, non solo in Portogallo, è consigliabile richiedere l'aiuto di un intermediario o di un mediatore ipotecario, spiega Miguel Cabrita, responsabile del servizio di mutui di idealista, idealista / créditohabitação in Portogallo. "Risparmierai tempo contattando diverse banche allo stesso tempo, chiarirai i tuoi dubbi con qualcuno specializzato in questo settore e risparmierai anche denaro, non solo perché il servizio è gratuito ma anche per i vantaggi che i mediatori ipotecari sono in grado di garantirti grazie alla loro relazione con le banche", aggiunge.

I primi passi da compiere sono capire se potrai ottenere un prestito, vedere quali sono le offerte di mutuo attualmente in commercio e confrontarle per ottenere il mutuo migliore per le tue esigenze. Dovrai raccogliere alcuni documenti che di solito variano per i non residenti, quindi passare al processo di valutazione dell'immobile e il rispettivo atto di richiesta.

Documenti necessari per richiedere un mutuo in Portogallo

La documentazione necessaria per far analizzare la tua richiesta di mutuo non varia molto da banca a banca, per cui se sei residente, in una fase iniziale ti verranno richiesti quasi sempre i seguenti documenti:

  • Documento di identità;
  • 3 buste paga più recenti;
  • Polizza di versamento IRS e dichiarazione dell'ultimo anno;
  • Estratto conto bancario degli ultimi 3 mesi;
  • "Mapa de Responsabilidade de Crédito" (Carta della responsabilità del credito) del Banco do Portugal.

Tieni presente che se risiedi in Portogallo e paghi le tasse in Portogallo, i documenti che dovrai fornire sono gli stessi di un nativo portoghese.

Se non sei residente in Portogallo, dovrai fornire ulteriori documenti, che possono includere quanto segue:

  • Numero fiscale portoghese (NIF - scopri come ottenerne uno qui);
  • Copia del passaporto;
  • Estratti conto bancari personali degli ultimi 3 mesi (inclusi altri prestiti / investimenti / stipendio);
  • Prova del tuo indirizzo attuale (una bolletta, ad esempio);
  • Una lettera di referenza bancaria dal tuo paese di residenza;
  • Copia della dichiarazione dei redditi dell'anno scorso o prova di dove paghi le tasse;
  • Referenze del tuo datore di lavoro che conferma l'anzianità di servizio corrente e la retribuzione annua lorda;
  • 3 buste paga più recenti;
  • Un Rapporto di credito completo con punteggio (fornito ad esempio dalla Centrale Rischi della Banca d'Italia).

Tieni presente che tutti i tuoi documenti dovranno anche essere tradotti ufficialmente in portoghese, e queste traduzioni ufficiali potrebbero anche richiedere un'Apostille dell'Aia: l'Apostille si allega al tuo documento originale per confermare che questo sia legittimo e autentico, ed è spesso un elemento vitale per un documento per far sì che venga accettato in altri paesi. Pertanto, il miglior consiglio che possiamo darti è quello di verificare con la banca quali documenti sono necessari in anticipo e se sono richieste traduzioni ufficiali e l'Apostille.

Scegliere una banca

Dopo aver inviato i tuoi documenti alla banca, o aver chiesto a un intermediario ipotecario di farlo per te, otterrai la cosiddetta pre-approvazione del mutuo dalle banche che sono disposte a prestarti denaro per la tua nuova casa. Questo ti consentirà quindi di approfondire le condizioni offerte da ciascuna banca e di scegliere il mutuo più adatto alle tue esigenze. Presta attenzione ai seguenti elementi:

  • TAEG: è il tasso annuo effettivo globale, che consente di confrontare efficacemente mutui diversi, purché le loro caratteristiche siano le stesse, ovvero la stessa durata, importo e modalità di rimborso;
  • Importo totale dovuto dal consumatore: è un altro indicatore da utilizzare per fare un confronto tra diverse offerte di credito. Riflette l'importo totale che pagherai per l'intero periodo del prestito, poiché include tutti i costi del credito (interessi, commissioni, tasse e altri oneri);
  • Spread: lo spread ipotecario si riferisce fondamentalmente al profitto che la banca ottiene prestando denaro. Tuttavia, più che lo spread da solo, dovresti controllare che prodotti puoi aggiungere per ottenere il miglior accordo di spread, poiché la sottoscrizione di prodotti aggiuntivi, come l'assicurazione sulla casa, può ridurre lo spread.

Valutazione della proprietà

Una volta che avrai scelto il tuo immobile e la banca che ti avrà offerto le migliori condizioni, è il momento di richiedere una valutazione dell'immobile alla rispettiva banca. È qui che ti imbatterai nei primi costi del processo.

In questa fase, la banca richiederà la valutazione dell'immobile a un ente specializzato e indipendente che rilascerà una relazione che dettaglia il valore dell'immobile. Questa valutazione verrà quindi utilizzata per sapere quanti soldi la banca sarà in grado di prestarti. In alcuni casi, questo importo di valutazione è superiore al prezzo di acquisto e di conseguenza alcune banche ti offriranno più denaro.

Atti

Con il mutuo approvato e la valutazione conforme, verrà emessa la lettera di approvazione, dopodichè bisognerà attendere un minimo di sette giorni per l'esecuzione dell'atto, poiché viene garantito un periodo di ripensamento.

In questa fase ci sarà il pagamento delle tasse, come la IMT (Imposta comunale sulla vendita e l'acquisto di immobili) e il bollo, che devono essere liquidate per l'esecuzione dell'atto.

La chiara definizione dell'intero processo e ricevere l'aiuto di un esperto determineranno il tempo necessario per passare dalla prima fase agli atti, che può andare da 1 a 3 mesi, a seconda del ritardo nella raccolta della documentazione e della disponibilità delle parti per l'acquisto e la vendita.

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Pronto per trovare la casa dei tuoi sogni?

Trova case in vendita e in affitto a lungo termine su idealista